“L’uguaglianza di genere come opportunità di sviluppo”. Intervista a Cristina Lunghi, Presidente di Arborus

  Osservatorio Socialis   Lug 12, 2018   Blog ed Interviste, News, Principale   Commenti disabilitati su “L’uguaglianza di genere come opportunità di sviluppo”. Intervista a Cristina Lunghi, Presidente di Arborus

Il tema dell’uguaglianza di genere trova da alcuni anni sempre più spazio nell’ambito delle organizzazioni, delle aziende, sui tavoli delle istituzioni. Sempre più frequentemente ci si interroga sul valore aggiunto che può portare, sia in termini di cultura che di innovazione sociale. Un contributo alla riflessione arriva da questa intervista esclusiva a Cristina Lunghi, Presidente di Arborus, l’associazione internazionale che ha recentemente presentato il GEEIS in Italia (Gender Equality European and  International Standard).

Cos’è  Arborus e quali sono i terreni su cui lavora?
Arborus è un’organizzazione fondata nel 1995 per aiutare le imprese a promuovere l’uguaglianza di genere. Nel 2010 ha creato il primo standard europeo per  la parità nel luogo di lavoro, denominato “GEEIS: Gender Equality European and International Standard”, il cui scopo è stato poi esteso a tutti i temi della Diversity. Tra i progetti in corso i più significativi in questo periodo riguardano la zone sud Europa/Mediterraneo e stiamo implementando il GEEIS a livello di paese (non solo con una dimensione internazionale). Dopo l’Italia, lanceremo quello per la Tunisia in settembre per poi valutare l’opportunità con il Marocco e altri paesi del Sud, che sono molto interessati in questo approccio positivo.

Per completare il nostro contributo sullo sviluppo di una cultura dell’uguaglianza, stiamo lanciando a livello internazionale corsi di formazione su queste tematiche. Abbiamo un progetto con le Nazioni Unite per un collegamento del GEEIS con i SDG chiamato il SDG-GEEIS.

Che cosa è il “Club” Arborus?
Il Club Arborus Italia riunisce le società titolari della certificazione GEEIS in Italia. E’ un’occasione preziosa per i Diversity Manager di poter condividere le loro buone prassi, e analizzare le difficoltà che bloccano il sistema e di lavorare in modo collettivo per raggiungere il successo. Arborus ha creato “CLUB” nei paesi dove le imprese certificate GEEIS sono in numero sufficiente. Il Club Italia è uno dei più attivi.

Arborus ha una prospettiva internazionale: l’Italia come si posiziona sul tema della diversity/inclusion rispetto ai principali partner europei?
L’Italia è per un verso molto indietro su certe tematiche, ma molto all’avanguardia sugli aspetti come l’esistenza di una cultura della parità.

Per esempio, sulle tematiche della conciliazione dei tempi di vita, l’assenza di asili nidi, ecc mette l’Italia in difficoltà. Una delle conseguenze più evidenti è il tasso di natalità, che a Nord è crollato. È dunque urgente impostare delle politiche sulla conciliazione vita professionale e personale.

Dall’altra parte, trovo le mentalità molto più aperte in Italia rispetto alla Francia per esempio, paese che conosco bene. Le donne in carriera sono ancora troppo rare, ma hanno un vero spazio di espressione.
Nella realizzazione delle politiche degli uffici delle risorse umane delle aziende in Italia, vedo il diffondersi  di concetti molto interessanti come quello dello smart working, moderni e intelligenti.

In quali paesi si stanno registrando i maggiori progressi?
I paesi del Sud sono dal mio punto di vista quelli che stanno inventando le migliori prassi.

Per due ragioni:

– perché non è stato fatto molto fino ad ora, e quindi  possono inventare modelli di vita e di società nuovi (è più semplice fare cose nuove che riformare l’esistente).

– perché i giovani hanno altre esigenze rispetto a quelle dei loro genitori, sono meno fedeli all’impresa ma hanno valori importanti di rispetto, uguaglianza, ecc. vogliono dare un senso alla loro vita e dunque al loro lavoro. Questa è una vera rivoluzione dell’economia e dell’organizzazione del lavoro. Stiamo assistendo ad un cambiamento sistemico storico.

Come si posiziona l’azione di Arborus all’interno degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite?
Arborus ha lanciato a marzo scorso a New York alle Nazioni Unite un concetto di valorizzazione delle azioni delle imprese certificate GEEIS (che corrisponde all’obiettivo 5 dei SDG) . Un progetto sperimentale con UN Women è in corso.

Esiste un percorso formativo per diventare un “Diversity/Inclusion Manager” e trattare da “specialisti” il tema della diversity?
Abbiamo siglato una partnership con Bureau Veritas ed insieme abbiamo creato un percorso di formazione per varie figure: gli auditor GEEIS, i responsabili HR e gli esperti per l’implementazione dei sistemi delle pari opportunità e diversità. Sono fermamente convinta che sia essenziale creare una cultura comune su queste tematiche che rappresentano l’avvenire delle nostre società moderne.

Info su Arborus: www.arborus.org

Richiedi informazioni su GEEIS

Comments are closed.

  • Iscriviti alla newsletter

    *Campi obbligatori