Dal co-marketing alla cittadinanza di impresa: P&G e Whirlpool

  Osservatorio Socialis   Mag 19, 2017   News, Principale   Commenti disabilitati su Dal co-marketing alla cittadinanza di impresa: P&G e Whirlpool

Dallo scorso 10 aprile è attiva a Roma la “Lavanderia di Papa Francesco”, un’iniziativa proposta dalla Procter & Gamble ed accolta dalla Elemosineria Apostolica, realizzata con il coinvolgimento di Whirlpool e della Comunità di Sant’Egidio che ne curerà la gestione.

Dotata di lavatrici, asciugatrici e ferri da stiro donati da Whirlpool e rifornita di detergenti per il bucato Dash e Lenor offerti da P&G, la ”Lavanderia di Papa Francesco”, situata all’interno del centro “Genti di Pace” della Comunità Sant’Egidio nell’antico complesso ospedaliero di Via San Gallicano, è un servizio offerto gratuitamente alle persone più povere, in particolare a quelle senza fissa dimora, che in questo locale potranno lavare, asciugare e stirare i propri indumenti, vestiti e coperte.

Come nasce l’iniziativa?

“La collaborazione tra P&G e l’Elemosineria Apostolica è nata nel 2015 – ci racconta Riccardo Calvi, Responsabile Comunicazione Istituzionale di P&G in Italia – quando proponemmo di aiutare la Barberia di Papa Francesco situata sotto il colonnato di San Pietro con forniture gratuite di rasoi e schiuma da barba Gillette. Tuttora doniamo rasoi e schiume da barba ma anche molto altro, ad esempio shampoo e detergenti per pulire le docce. Parlando con l’Arcivescovo Krajevsky, Elemosiniere di Sua Santità, sono venuto a conoscenza del fatto che ogni volta che le persone senza fissa dimora vanno a fare la doccia e la barba, gli vengono dati dei nuovi indumenti acquistati dall’Elemosineria Apostolica perché ovviamente i loro non possono più essere utilizzati. Così l’idea di P&G, che nasce come parte delle nostre attività di Cittadinanza d’Impresa che mirano ad aiutare le comunità in cui viviamo e lavoriamo e a migliorare la qualità della vita attraverso i nostri prodotti, di proporre alla Elemosineria Apostolica di realizzare la “lavanderia di Papa Francesco” per i poveri”.  

L’Elemosineria ha accolto con grande gioia la proposta in quanto -come si legge nella nota inviata dalla Santa Sede alla stampa in occasione della apertura della “Lavanderia di Papa Francesco”- l’iniziativa nasce dall’invito del Santo Padre di dare “concretezza” all’esperienza di grazia dell’Anno Giubilare della Misericordia come scritto nella Lettera apostolica “Misericordia et misera”, a conclusione del Giubileo: «Voler essere vicini a Cristo esige di farsi prossimo verso i fratelli, perché niente è più gradito al Padre se non un segno concreto di misericordia. Per sua stessa natura, la misericordia si rende visibile e tangibile in un’azione concreta e dinamica» quindi «è il momento di dare spazio alla fantasia della misericordia per dare vita a tante nuove opere, frutto della grazia».

La “Lavanderia di Papa Francesco” è dunque un segno concreto voluto dalla Elemosineria Apostolica: un luogo e un servizio per dare forma concreta alla carità e al tempo stesso intelligenza alle opere di misericordia per restituire dignità a tante persone.

Ma la collaborazione tra le due multinazionali non finisce qui. Con il Dipartimento della Protezione Civile, le due big hanno infatti donato 10 container lavanderia (composti da lavatrici, asciugatrici, ferri da stiro e detergenti) per completare l’allestimento dei moduli abitativi allestiti nei comuni di Norcia e nelle frazioni di Ancarano, Frascaro, Popoli, San Pellegrino e Savelli. I container sono attivi 24 ore su 24 ed interamente gratuiti.

Ci racconta il vostro impegno a favore delle zone terremotate del centro Italia? 

“Ad Agosto del 2016 ci fu il terremoto di Amatrice ed immediatamente pensammo di aiutare – racconta Calvi –. Così proposi alla Protezione Civile di realizzare dei container lavanderia per le famiglie terremotate, intuendo che con la stagione rigida alle porte, lavare gli indumenti e stenderli sarebbe stato molto difficoltoso. P&G avrebbe assicurato i detergenti per il bucato, quelli per pulire i container e si sarebbe fatta carico di trovare un partner per realizzare il progetto mentre la Protezione Civile si sarebbe occupata della parte logistica e impiantistica. Per Amatrice non ci fu evidentemente bisogno perché molte persone vennero spostate in hotel ma quando a fine ottobre ci fu il terremoto di Norcia, la Protezione Civile mi chiamò per chiedermi se la proposta fosse ancora valida. Ovviamente dissi di si e coinvolsi Whirlpool Corporation, un’azienda molto attenta al tema della responsabilità sociale e con la quale a livello mondiale abbiamo una partnership con il nostro detergente per lavastoviglie. Whirlpool Corporation si è mostrata entusiasta di collaborare ed ha accolto l’invito ad aiutare queste famiglie donando gli elettrodomestici necessari. Abbiamo realizzato 10 container lavanderia per i comuni di Norcia e dintorni. E così mentre l’Elemosineria identificava il locale dove sarebbe sorta la “Lavanderia di Papa Francesco” e la Comunità di Sant’Egidio che l’avrebbe gestita, provvedeva alla sua ristrutturazione, insieme a Whirlpool Corporation abbiamo aiutato – ed aiutiamo tuttora – tante famiglie. Forte di questa collaborazione abbiamo realizzato insieme anche la “Lavanderia di Papa Francesco”. 

“La collaborazione con Procter & Gamble e la Protezione Civile si inserisce nel quadro di una serie di iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha un comun denominatore: la solidarietà”, ha commentato Esther Berrozpe Galindo, Presidente di Whirlpool EMEA e Vice Presidente di Whirlpool Corporation. “Far parte di una comunità significa anche essere vicini a chi attraversa dei momenti di difficoltà. Whirlpool e le sue persone si sono mobilitate fin da subito per offrire il proprio contributo concreto alle attività di soccorso nei momenti di emergenza.”

“Ogni giorno i prodotti P&G sono accanto alle persone italiane e le accompagnano nella loro vita di tutti i giorni”, ha dichiarato Sami Kahale, Presidente e Amministratore Delegato P&G Sud Europa. “Come azienda che si propone di migliorare la qualità della vita attraverso i propri prodotti non potevamo non attivarci per aiutare le famiglie colpite dal dramma del terremoto. Unendo le forze con Whirlpool Corporation e la Protezione Civile, abbiamo voluto offrire alle persone un aiuto concreto, come quello di poter fare il bucato, che ci auguriamo possa restituire un piccolo gesto di quella quotidianità familiare drammaticamente interrotta dal sisma.”

Comments are closed.

  • Iscriviti alla newsletter